Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Giubileo: San Pio e San Leopoldo entrati in basilica, comincia l’omaggio dei fedeli

Dopo l’incensamento delle teche di San Pio e San Leopoldo da parte del cardinale Angelo Comastri, in piazza San Pietro, sono entrate in basilica ed è cominciato l’omaggio della folla. Sono migliaia i fedeli che in queste ore stanno venerando le spoglie dei due “santi della misericordia”, molti di loro hanno accompagnato la processione con la preghiera del Rosario. Al termine di una intera giornata di celebrazioni, ieri sera, da San Lorenzo fuori le Mura le spoglie di Padre Pio e Leopoldo Mandić sono state trasferite, per la seconda volta, arrivando a San Salvatore in Lauro, una delle tre chiese di riferimento dei pellegrini in cammino verso la Porta Santa. Non si è però mai interrotta la fila di fedeli – un vero e proprio fiume di gente – che da mercoledì le sta seguendo. Prima al Verano, poi nel cuore di Roma e da stasera all’11 febbraio in San Pietro, sono giovani e anziani, donne e uomini ad arrivare da tutto il mondo: attendono in fila per ore, pregano in silenzio, tracciano un bilancio della propria vita di fede, portano un omaggio floreale, accarezzano le teche, ricordano le grazie ricevute. Padre Pio è stato a Roma una sola volta, per accompagnare la sorella suora. Ci ritorna oggi, da santo ed emblema, con il suo confratello, del Giubileo della Misericordia voluto da Papa Francesco.

© Riproduzione Riservata
Chiesa