Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Ue-Italia: Moscovici (Commissione), con Roma “dialogo aperto”. Flessibilità per sostegno alle riforme

(Bruxelles) “Ci vogliono tranquillità, serenità, capacità di ascoltarsi. Sono persuaso che lo spirito di dialogo debba prevalere”. Pierre Moscovici, presentando le Previsioni economiche d’inverno nella sala stampa della Commissione a Bruxelles, fa una l unga digressione sull’Italia. Il riferimento, seppur indiretto, è alle polemiche dei giorni scorsi. “Leggo e incontro la stampa italiana” e “mi pare ci sia una certa confusione sulla mia posizione rispetto alla flessibilità”. A questo punto Moscovici richiama le “varie flessibilità” di cui gode l’Italia: 0,4% per riforme strutturali, “che la Commissione ha accolto”, ed “è l’unico Paese a godere di questa clausola per tali riforme”; da ottobre in poi “l’Italia ha chiesto inoltre punti ulteriori di flessibilità” per far fronte all’emergenza-profughi e a investimenti per contrastare il terrorismo e per investimenti culturali, spiega il commissario francese. “Noi abbiamo risposto che valuteremo con il solito metodo e i consueti criteri queste richieste” e a maggio sarà resa nota la posizione della Commissione. “Nel frattempo – aggiunge Moscovici – io sono in contatto regolare con il ministro Padoan”, con il quale è in atto un “dialogo aperto”. Queste stesse posizioni, aggiunge, “sono state ribadite dal presidente Juncker”. “La Commissione darà sostegno alle riforme senza però trasgredire il Patto di stabilità”.

© Riproduzione Riservata
Europa