Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Papa Francesco: a messicani, “vengo perché problemi di violenza e corruzione si risolvano”

“Se vengo lì è per ricevere il meglio di voi e per pregare con voi, perché i problemi di violenza, di corruzione e tutto ciò che, come sapete, sta accadendo, si risolvano, perché il Messico della violenza, il Messico della corruzione, il Messico del traffico di droga, il Messico dei cartelli non è il Messico che vuole nostra Madre e, di certo, io non voglio nascondere nulla di tutto questo”. Il Papa ha risposto così, attraverso l’agenzia di Stato messicana “Notimex”, alle domande dei messicani sul suo viaggio imminente. “Voglio esortarvi alla lotta quotidiana contro la corruzione, contro i traffici, contro la guerra, contro la disunione, contro il crimine organizzato, contro la tratta delle persone”, ha proseguito, ritornando sul concetto di pace come “lavoro artigianale”: “Per la pace bisogna lottare ogni giorno! Vorrei essere in Messico uno strumento di pace, ma insieme a tutti voi”. La “parola chiave” è sempre dialogo: “dialogo tra io dirigenti, dialogo con il popolo e dialogo tra tutto il popolo”. “Anche nel quartiere, anche nella famiglia, bisogna cercare e fare la pace”, ha ammonito Francesco.

© Riproduzione Riservata
Chiesa