Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Unione europea: Eurostat, Inner London-West regione più ricca. Le più povere in Bulgaria e Romania. Italia sotto la media

(Bruxelles) – La regione più ricca in Europa è l’Inner London-West, nel cuore della capitale del Regno Unito; la più povera è Severozapaden, nella Bulgaria nord-occidentale. Il dato è rilevato da Eurostat, che ha comparato i Pil complessivi e pro-capite delle 276 divisioni amministrative regionali che compongono i 28 Stati membri dell’Unione europea. I redditi più elevati si riscontrano, mediamente, nel nord Europa e nell’Europa centro-occidentale, quelli più modesti nell’Europa centro-orientale e nelle aree mediterranee, nonché nei possedimenti d’oltremare. Ponendo al numero indice 100 il Pil pro capite a livello Ue, l’Inner London è a 539, Lussemburgo a 266, Bruxelles capitale a 207, Amburgo a 206, Inner London-East a 204. Nella parte alta della classifica si collocano inoltre Bratislava (Slovacchia), Oberbayern (Germania), Ile de France (Parigi), Praga, Stoccolma. In fondo all’elenco figura dunque l’area bulgara di Severozapaden, con un Pil pro capite a livello 30, cioè meno di un terzo della media Ue; Mayotte, possedimenti francese vicino al Madagascar, è a 31. Diverse altre regioni di Bulgaria, Romania, Ungheria, Polonia e la greca Anatoliki Makedonia (Macedonia orientale e Tracia) sono nella parte bassa della classifica.

Sono in totale 21 le regioni europee (diverse per vastità territoriale e popolazione) che dispongono di meno del 50% del Pil pro capite europeo: precisamente 5 sono in Bulgaria, altrettante in Polonia e in Romania; 4 in Ungheria, una in Grecia e una in Francia. Delle 21 regioni che hanno un Pil superiore di almeno il 50% la media europea, 5 si trovano in Germania, 3 nei Paesi Bassi come nel Regno Unito, due in Austria, una ciascuna in Belgio, Repubblica Ceca, Danimarca, Irlanda, Francia, Slovacchia, Svezia, oltre al Granducato del Lussemburgo. Nessuna di queste si trova in Italia. Nel complesso l’Italia mostra un Pil per abitante inferiore alla media Ue, raggiungendo quota 96 su base 100. Tra le regioni, i dati Eurostat indicano ad esempio (al 31 dicembre 2014): Piemonte 100, Lombardia 126, Provincia autonomia di Bolzano 144 (top in Italia), Veneto 108, Emilia-Romagna 117, Lazio 114, Abruzzo, 84, Campania 61, Puglia 63, Calabria 59 (dato più basso), Sicilia 62.

© Riproduzione Riservata
Europa