Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Papa Francesco: a Confindustria, investire su famiglie, anziani, giovani “prigionieri della precarietà”

“Nel complesso mondo dell’impresa, fare insieme significa investire in progetti che sappiano coinvolgere soggetti spesso dimenticati o trascurati”. È l’ammonimento del Papa, che nel discorso alla Confindustria – un’altra prima volta di Francesco – ha esortato ad investire su famiglie, anziani “prigionieri della precarietà”. Le prime ad essere citate dal Papa nel primo discorso alla Confindustria in 106 anni di attività sono le famiglie, “focolai di umanità, in cui l’esperienza del lavoro, il sacrificio che lo alimenta e i frutti che ne derivano trovano senso e valore”.  “Insieme con le famiglie – ha proseguito Francesco – non possiamo dimenticare le categorie più deboli e marginalizzate, come gli anziani, che potrebbero ancora esprimere risorse ed energie per una collaborazione attiva, eppure vengono troppo spesso scartati come inutili e improduttivi”. E “che dire poi di tutti quei potenziali lavoratori, specialmente dei giovani, che, prigionieri della precarietà o di lunghi periodi di disoccupazione, non vengono interpellati da una richiesta di lavoro che dia loro, oltre a un onesto salario, anche quella dignità di cui a volte si sentono privati?”, l’appello del Papa.

© Riproduzione Riservata
Chiesa