Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Diocesi: Lamezia Terme, oggi un incontro su “Lo straniero: nemico, ospite, fratello? La risposta della misericordia”

Raccogliere il monito di Papa Francesco per un’ accoglienza diffusa e lasciarsi interpellare dai milioni di donne e uomini che giungono nel nostro paese come occasione per testimoniare la Misericordia di Dio. Queste sono le sollecitazioni del convegno organizzato dall’ Ufficio Migrantes della diocesi di Lamezia Terme in programma per oggi pomeriggio, presso il salone della parrocchia del “Rosario” (piazza della Repubblica). Dopo i saluti del vescovo Luigi Cantafora e della direttrice dell’Ufficio diocesano Migrantes, suor Manuela Simoes, interverranno padre Metodios Ieromonaco, monaco ortodosso della comunità ucraina residente a Lamezia; padre Costantino Ghimisi della comunità rumena; padre Karem Boghos, sacerdote siriano di origine armena, da diversi anni nella diocesi lametina dove si occupa in particolare dell’accompagnamento pastorale delle comunità di lingua araba residenti sul territorio. A relazionare sul tema “Lo straniero: nemico, ospite, fratello? La risposta della misericordia”, suor Leocadia Mezzomo, missionaria scalabriniana. Modererà l’incontro la giornalista Maria Scaramuzzino. “Nel contesto dell’anno della Misericordia voluto da Papa Francesco – dichiara la direttrice dell’ufficio diocesano Migrantes – riflettere sulla realtà dei migranti e sulle tante testimonianze di solidarietà e accoglienza presenti nella nostra diocesi, è un monito a vivere l’accoglienza come un atto quotidiano di misericordia, a cui Dio chiama ogni uomo. Per il cristiano l’accoglienza non è un optional, ma un dovere, una risposta all’amore di Dio per ogni uomo”.

© Riproduzione Riservata
Territori