Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Papa Francesco: a Cor Unum, “vivere le opere di misericordia significa coniugare il verbo amare secondo Gesù”

“Come vorrei che ognuno nella Chiesa, ogni istituzione, ogni attività riveli che Dio ama l’uomo!”. Ad esclamarlo è stato il Papa, che ricevendo in udienza i partecipanti al congresso internazionale organizzato dal Pontificio Consiglio Cor Unum nel decennale della “Deus caritas est” ha definito “importante” la “missione che i nostri organismi di carità svolgono, perché avvicinano tante persone povere ad una vita più dignitosa, più umana, cosa quanto mai necessaria”. “Ma questa missione è importantissima – ha aggiunto – perché, non a parole, ma con l’amore concreto può far sentire ogni uomo amato dal Padre, figlio suo, destinato alla vita eterna con Dio”. Di qui il “grazie” di Francesco a “tutti coloro che si impegnano quotidianamente in questa missione, che interpella ogni cristiano”. “In questo Anno giubilare – le parole del Papa – tutti possiamo vivere la grazia del Giubileo proprio mettendo in pratica le opere di misericordia corporale e spirituale: vivere le opere di misericordia significa coniugare il verbo amare secondo Gesù. E così, tutti insieme, contribuiamo concretamente alla grande missione della Chiesa di comunicare l’amore di Dio, che vuole diffondersi”.

© Riproduzione Riservata
Chiesa