Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Don Gnocchi: messa a Milano, con il card. Scola, per il 60° della scomparsa. Don Bazzarri, “fu l’apostolo del dolore innocente”

Sarà l’arcivescovo di Milano, cardinale Angelo Scola, a presiedere domani, sabato 27 febbraio, una celebrazione eucaristica in occasione del 60° anniversario della scomparsa del beato don Carlo Gnocchi (1902-1956), il cui nome è legato all’assistenza dei più piccoli. L’appuntamento è al Santuario don Gnocchi di Milano, alle ore 10.30 (via Capecelatro 66). “Dal fronte della morte violenta di giovani vite, nella tragica ed epica ritirata di Russia nella seconda guerra mondiale, alla frontiera della generosa solidarietà e alla inimitabile dedizione al multiforme dolore dei bambini: può sintetizzarsi così la stagione terrena più intensa e coinvolgente di don Carlo – spiega monsignor Angelo Bazzari, presidente della Fondazione don Gnocchi –. Giustamente individuato dalla cronaca e definito dalla storia come il padre dei mutilatini, don Gnocchi fu l’apostolo del dolore innocente, l’angelo dei bimbi. Titoli guadagnati sul campo con un’azione di solidarietà torrentizia, suggellata a fine vita dal gesto clamoroso, perché fuorilegge e profetico, del trapianto degli organi, la donazione delle cornee a due ragazzi non vedenti, conciliando così scienza e fede, teologia e politica”.
Tra le iniziative promosse dalla Fondazione Don Gnocchi per il 60° della morte di don Carlo c’è anche la pubblicazione di una nuova edizione, per i tipi della San Paolo, del testo “Pedagogia del dolore innocente”, arricchito dai contributi del cardinale Angelo Scola e del filosofo Salvatore Natoli. Sempre nell’ambito delle celebrazioni per l’anniversario della morte, al Santuario don Gnocchi, monsignor Giuseppe Merisi, vescovo emerito di Lodi, celebrerà una messa, domenica 28 febbraio alle ore 11.30. Gli altri appuntamenti si trovano su www.chiesadimilano.it.

© Riproduzione Riservata
Territori