Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Pace: il Premio Niwano 2016 al Center for Peacebuilding and Reconciliation in Sri Lanka

È stato assegnato al Center for Peacebuilding and Reconciliation (Cpbr) in Sri Lanka il Premio Niwano per la pace di quest’anno. Fondato nel 2002 da Dishani Jayaweera e Jayantha Seneviratne – informa la Niwano Peace Foundation, nel dare notizia del vincitore del 2016 – il Cpbr è una organizzazione no profit che promuove “la costruzione della pace e la soluzione non violenta dei conflitti”, dando sostegno “all’evoluzione personale e sociale all’interno e tra i gruppi etnici, religiosi, linguistici e regionali dello Sri Lanka” e impegnandosi “a tutti i livelli di base, locali e nazionali”. “Per raggiungere l’obiettivo della riconciliazione nazionale – spiegano i promotori del prestigioso riconoscimento – il Cpbr è concentrato su quelli ritenuti avere maggiore influenza più grande e promessa di trasformazione: i leader religiosi, le donne e i giovani”. Il Premio prende nome dal fondatore e primo presidente dell’organizzazione buddista laica, Rissho Kosei-kai, Nikkyo Niwano, per il quale “la pace non è solo assenza di conflitti tra le nazioni, ma un’armonia dinamica nella vita interiore delle persone, così come nelle comunità, nelle nazioni e nel mondo”. Considerando la pace come l’obiettivo del buddismo, Niwano ha dedicato gran parte della seconda metà della sua vita a promuovere la pace nel mondo, in particolare attraverso la discussione interreligiosa e la cooperazione. La cerimonia di conferimento del premio si svolgerà a Tokyo il 12 maggio. Il vincitore – scelto tra circa 600 persone e organizzazioni di 125 Paesi e molte religioni, vagliate dal comitato internazionale di selezione del Premio Niwano, composto attualmente da dieci leader religiosi provenienti da varie parti del mondo coinvolti in movimenti per la pace e la cooperazione interreligiosa – riceverà un attestato, una medaglia e 20 milioni di yen (circa 164mila euro).

© Riproduzione Riservata
Mondo