Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Focolari: 60 vescovi di 4 continenti a Castel Gandolfo. Il Papa, “tenere sempre vivo il carisma dell’unità”

Papa Francesco con i vescovi dei Focolari

Sono 60 i vescovi amici dei Focolari radunati in questi giorni a Castel Gandolfo (22-26 febbraio), provenienti da 31 Paesi. Al centro del convegno la partecipazione oggi all’udienza generale di Papa Francesco in piazza San Pietro, che nel suo saluto li ha esortati “a tenere sempre vivo nel ministero apostolico il carisma dell’unità, in comunione con il successore di Pietro”.
“Una Chiesa sinodale è una Chiesa dell’ascolto, nella consapevolezza che ascoltare ‘è più che sentire’. È un ascolto reciproco in cui ciascuno ha qualcosa da imparare”. Questo disegno di Chiesa, tracciato da Papa Francesco nella celebrazione del 50° della creazione del Sinodo dei vescovi, è il binario su cui cammina il presente convegno.
La scelta del titolo “Chiesa che genera unità” nasce dalla convinzione – si legge in un comunicato diffuso oggi dai Facolari – che “sullo sfondo delle molte tensioni del nostro tempo e della crescente disgregazione, il popolo di Dio è chiamato oggi a contribuire a rigenerare, in maniera vitale, il tessuto dei rapporti a tutti i livelli e in tutti gli ambienti”. Hanno già preso la parola Maria Voce, presidente del Movimento dei Focolari, e il co-presidente Jesús Morán. Atteso l’intervento del card. Lorenzo Baldisseri che, attraverso il pensiero e la testimonianza di Papa Francesco, approfondirà l’orientamento verso “una Chiesa tutta sinodale”.
All’incontro partecipano vescovi provenienti dal Medio Oriente (Iraq, Libano, Siria), dall’Africa (dal Bénin alla Repubblica Democratica Congo). Ma anche da Asia, Sud America e da molti Paesi europei. Stimolanti quindi, data la diversità geografica e culturale dei presenti, le testimonianze condivise tra i vescovi nei laboratori e nei dialoghi in plenaria intorno a due domande: “Come fomentare la comunione, insieme e al servizio del Popolo di Dio, e come vivere positivamente i conflitti, che accompagnano ogni cammino verso l’unità”. Nello “spirito di una Chiesa in uscita”, il convegno accoglie testimonianze e storie concrete anche di laici impegnati nel costruire ponti in un mondo frammentato, sulle vie dell’ecumenismo, del dialogo interreligioso, con persone di convinzioni non religiose e del multiforme dialogo con la cultura.
I convegni di vescovi amici del Movimento dei Focolari hanno avuto inizio nel 1977 su iniziativa di mons. Klaus Hemmerle, vescovo di Aquisgrana (Germania). Attuale moderatore di tali convegni è il cardinale Kovithavanij Francis X., arcivescovo di Bangkok (Tailandia).

© Riproduzione Riservata
Chiesa