Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Diocesi: Milano, domani sera il card. Scola a Santa Maria Annunciata in Chiesa Rossa

Prosegue la visita pastorale alla diocesi dell’arcivescovo di Milano, cardinale Angelo Scola. Domani, 25 febbraio, tappa nei decanati Navigli, Vigentino e Barona di Milano, arrivando così a “toccare” oltre la metà dei decanti della città di Milano. Il cardinale incontrerà i fedeli alle 21 nella chiesa di Santa Maria Annunciata in Chiesa Rossa (via Neera 24). Il dialogo con l’arcivescovo sarà anticipato e proseguirà sui social, sul web e sui mezzi di comunicazione della diocesi. Prima e dopo la visita pastorale è possibile inviare domande e riflessioni scrivendo a visitascola@diocesi.milano.it. La serata sarà seguita in diretta Twitter attraverso l’hashtag #visitascola. Sulla visita pastorale ai tre Decanati milanesi Chiesa Tv (canale 195 del digitale terrestre) realizzerà uno “speciale” in onda sabato 27 alle 21.15 e domenica 28 febbraio alle 21.
Con un’area di 26 chilometri quadrati, il Vigentino – 81.403 abitanti e 9 parrocchie – è il decanato più esteso della città di Milano. “Siamo un territorio di periferia – spiega il decano, don Massimiliano Sabbadini -, connotato da un certo degrado sociale, da difficili situazioni abitative, da problemi di sicurezza. Nel complesso l’incontro tra una piccola comunità locale e gente venuta da altre parti in seguito alle successive ondate migratorie ha creato un mix ricco di tensioni e contraddizioni, ma anche di energie e aspirazioni pulsanti e vitali”. Il decanato Navigli, con 85.732 abitanti e 12 parrocchie, si estende invece da zone centrali, come San Gottardo, fino a quartieri periferici Stadera e Gratosoglio. “Ma la crisi si è fatta sentire ovunque, anche nelle parrocchie abitate da cittadini più benestanti – osserva il decano don Walter Cazzaniga -. Cerchiamo di venire incontro alle difficoltà di tutti in modo più o meno significativo. Casa e lavoro sono i problemi più sentiti. C’è molta generosità da parte delle persone ed è bello vedere come spesso sono proprio i poveri a sostenere i poveri”. Infine il decanto della Barona, composto da 7 parrocchie, nel quale vivono 51.690 abitanti. La Chiesa è molto impegnata nel sociale con il Banco alimentare per i più poveri, una comunità per minori in difficoltà, un ricco tessuto associativo. La casa è il problema più sentito. “n questo momento si avverte soprattutto la mancanza di alloggi popolari. Siamo sprovvisti di risorse adeguate per venire incontro a questo bisogno e sentiamo la necessità di far presente alle istituzioni questo problema”, osserva il decano don Mario Ferrario.

© Riproduzione Riservata
Territori