Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Detenuti: mercoledì verrà donato a Papa Francesco il “Formaggio del perdono”

Una caciotta del “Formaggio del perdono” sarà donata mercoledì mattina a Papa Francesco da Antonello Guadagni, casaro, ex-detenuto che ha svolto un percorso alternativo al carcere presso la Comunità Papa Giovanni XXIII. Ne dà notizia una nota stampa della Comunità. L’incontro, si legge, avverrà al termine dell’Udienza generale in piazza San Pietro, alla quale parteciperanno circa 200 tra detenuti e volontari della Comunità fondata da don Benzi impegnati nel recupero di chi ha commesso reati. “È un formaggio buono prodotto da persone che hanno fatto del male. Significa che chi ha compiuto del male può fare qualcosa di buono, del bene”, spiega Giorgio Pieri, responsabile del progetto Cec, Comunità educante con i carcerati. E proprio su questa convinzione si basa il percorso rieducativo, che coinvolge oltre 250 detenuti. Ad accompagnare Antonello e Giorgio nell’incontro con Papa Francesco ci sarà monsignor Francesco Lambiasi, vescovo di Rimini, promotore, assieme alla Comunità, dell’“Università del perdono” giunta al quarto anno di attività per promuovere la cultura del perdono. “La misericordia indicata da Papa Francesco per il Giubileo straordinario non è solo la via più giusta ma anche la più efficace – precisa Pieri –. Il 75% di chi va in carcere, quando esce torna a commettere reati, mentre tra chi svolge il nostro percorso educativo la recidiva si abbassa al 10%. La vera sicurezza non è data da una giustizia vendicativa ma da una giustizia rieducativa che passa attraverso percorsi di recupero, perché un uomo recuperato non è più pericoloso”.

© Riproduzione Riservata
Chiesa