Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Minori scomparsi: Sos villaggi dei bambini, “proteggere chi arriva da solo diventi una priorità”

“Proteggere i bambini rifugiati, i migranti e, in particolare, i bambini non accompagnati o separati dalle famiglie d’origine deve essere la priorità. Facciamo appello a tutti i paesi europei per garantire immediatamente la corretta registrazione dei bambini e per assicurarsi che essi abbiano un luogo sicuro, accesso alle cure e all’istruzione e siano protetti contro l’abuso e lo sfruttamento”.  Lo afferma oggi Andreas Papp, direttore internazionale della risposta alle emergenze di Sos Villaggi dei Bambini, commentando l’allarme lanciato da Europol sui circa 10mila bambini non accompagnati scomparsi in Europa (di cui 5 mila in Italia) e probabilmente finiti, almeno in parte, nelle mani di trafficanti e ora vittime di sfruttamento, soprattutto sessuale. “Tutti gli Stati dell’Unione europea hanno il dovere fondamentale di salvaguardare i bambini e proteggerli dal lavoro forzato, dalle violenze e dagli abusi sessuali – ricorda Papp -. Dobbiamo pensare che migliaia di bambini fuggono dai conflitti, abbandonano le loro case, affrontano l’ulteriore trauma di essere separati dai loro genitori o tutori e sono infine dimenticati e soggetti allo sfruttamento criminale in Europa”. Sos Villaggi dei Bambini sta accogliendo 50 minorenni stranieri non accompagnati e richiedenti asilo a Mantova, Vicenza e Morosolo.

 

 

 

© Riproduzione Riservata
Europa