Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Cardinale Bagnasco: “vediamo le conseguenze” della disoccupazione e dell’inoccupazione

“La disoccupazione è crescente. L’inoccupazione è crescente e ne vediamo le conseguenze sulle nostre cronache”. Così il cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente della Cei, nell’omelia che ha pronunciato oggi pomeriggio, nella cattedrale di San Lorenzo, durante la messa celebrata nella Giornata dedicata alla vita consacrata. Nella nostra società, ha affermato il cardinale, “c’è tanta tristezza e angoscia non soltanto per l’assenza di lavoro, che è una realtà crescente, ma per la mancanza di senso”. “Vediamo una cultura che è stanca, che urla, che presenta in modo ostentato le proprie sicurezze ma che spesso sprizza arroganza, e dove c’è arroganza viene tradita l’insicurezza, la mancanza di speranza, di fiducia” ha proseguito. Nel nostro mondo “c’è tanta tristezza, angoscia, manca un senso radicale, una prospettiva, un radicamento che nessun successo umano, pur legittimo può assicurare”. Serve “un ‘per sempre’ che solo Dio può dare”. Ai religiosi e alle religiose presenti in cattedrale, il cardinale ha quindi rivolto l’invito a “vivere di speranza, che vuol dire che crediamo che Dio è con noi, che lui è il nostro destino, e che lui è fedele”.

© Riproduzione Riservata
Territori