Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Papa sull’aereo: p. Lombardi, su Trump né “attacco personale” né “indicazione di voto”. Questione ucraina da vedere “nell’insieme”

Le parole su Trump e l’immigrazione, la questione dei greco-cattolici dopo l’incontro tra Francesco e Kirill, il virus Zika e il ricorso ad aborto e contraccezione e il dibattito in Italia sulle unioni civili. Sono questi i temi che hanno attirato maggiormente l’attenzione dei giornali di tutto il mondo, che hanno dato grande risalto alla conferenza stampa del Papa sull’aereo che lo riportava a Roma dal Messico. A parlarne, ai microfoni di “Radio Vaticana”, è padre Federico Lombardi, direttore della Sala stampa della Santa Sede. Le parole rivolte al candidato repubblicano alla corsa alla Casa Bianca, Donald Trump, non volevano essere “in nessun modo un attacco personale né un’indicazione di voto”, precisa il portavoce vaticano, ricordando che Francesco “ha detto quello che ben sappiamo quando seguiamo il suo magistero e le sue posizioni: che non bisogna costruire muri, ma ponti. Questo lo dice sempre, continuamente, e lo ha detto anche a proposito delle questioni delle migrazioni in Europa, moltissime volte”. Il Papa, inoltre, “ha detto chiaramente che non entrava nelle questioni del voto nella campagna elettorale degli Stati Uniti e ha anche detto – cosa che naturalmente non è stata molto ripresa – che lui diceva questo nel caso che fosse esatto e vero quello che gli era stato riferito”. Quanto alle reazioni dei greco-cattolici in Ucraina dopo la dichiarazione congiunta firmata da Papa Francesco e dal Patriarca Kirill, Lombardi sottolinea come il Papa abbia “messo in rilievo il suo profondo, antico e ottimo rapporto personale con l’arcivescovo maggiore Shevchuk e che “abbia dimostrato la sua comprensione per delle difficoltà di accettazione da parte di chi vive una situazione drammatica, ma abbia anche aiutato a vedere le cose più nell’insieme, e nell’insieme la valutazione positiva da dare nell’incontro è assolutamente dominante e anche assai presente nella stessa intervista dell’arcivescovo maggiore”.

© Riproduzione Riservata
Chiesa