Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Cinema: Robinson (“Boston Globe”) su “Spotlight”, “con Papa Francesco ci sentiamo tutti più fiduciosi e sollevati”

“Tutti siamo stati colpiti dai risultati dell’indagine ma i cattolici sono stati certamente i più traumatizzati. Adesso con Papa Francesco e con la pulizia che sta compiendo, anche in questo senso, ci sentiamo tutti più fiduciosi e sollevati”. Lo ha detto Walter Robinson, il giornalista del “Boston Globe”, vincitore del Premio Pulitzer per l’inchiesta sui casi di pedofilia che hanno coinvolto l’arcidiocesi di Boston e che oggi è raccontata dal film “Spotlight”, in un’intervista di Fabio Falzone per il Tg2000, il telegiornale di Tv2000, che andrà in onda stasera alle 18.30. “La Chiesa – ha aggiunto Robinson – è e resta una parte importante delle nostre vite e quello che è successo, anche se ha riguardato un numero limitato di sacerdoti, è stato comunque un tradimento della fiducia di chi credeva in loro”. Il Premio Oscar, Michael Keaton, che nel film ha interpretato il giornalista del Boston Globe, ha aggiunto nell’intervista a Tv2000, che “siamo tutti colpevoli da un certo punto di vista”, perché “abbiamo sottovalutato l’accaduto, non abbiamo messo insieme i pezzi”. Keaton, cattolico come lo stesso Robinson, ha voluto infine sottolineare di “non essere un buon cattolico, alcuni lo sono ma io mi sforzo di esserlo. Anche se so già che non sempre lo sono. Come cattolici ci siamo sentiti feriti da quello che è successo”.

© Riproduzione Riservata
Mondo