Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Pena di morte: Sant’Egidio, lunedì 22 febbraio incontro con i ministri della Giustizia di 30 Paesi

“Un mondo senza pena di morte” è il titolo del convegno organizzato dalla Comunità di Sant’Egidio alla Camera dei Deputati per lunedì 22 febbraio. L’evento riunisce i ministri della Giustizia di 30 Paesi per discutere delle prospettive di abolizione della pena di morte. “In un tempo di guerra diffusa – si legge sul sito della Comunità di Sant’Egidio – invocare soluzioni semplificate e ricercare capri espiatori, in nome della sicurezza, può sembrare naturale e riscuotere successo”. Ma la violenza, si ricorda, “fa solo il gioco della paura. E la pena di morte, non è un deterrente, non diminuisce i crimini commessi, non garantisce maggiore sicurezza e aggiunge solo altra violenza e altra morte”. Il congresso di Roma vuole essere “un’occasione importante per offrire sostegno e strumenti giuridici a quegli Stati che stanno intraprendendo un percorso verso l’abolizione o la sospensione della pena di morte. Riaffermare la sacralità della vita e diffondere una cultura della pace può togliere terreno alla paura, che in questo tempo difficile rischia di prevalere nelle scelte di tanti”. Al convegno parteciperanno: Giovanni Canzio, primo presidente della Corte di Cassazione; Mario Giro, viceministro degli Esteri; Peter M. Huber, giudice della Corte Costituzionale tedesca; Marco Impagliazzo, presidente della Comunità di Sant’Egidio; Patrick Klugman, vicesindaco di Parigi, delegato alla Francofonia e agli Affari internazionali; Mario Marazziti, presidente della Commissione Affari sociali della Camera dei deputati, il cardinale Reinhard Marx, arcivescovo di Monaco e Frisinga e presidente della Conferenza episcopale tedesca; Andrea Orlando, ministro della Giustizia; Jean-Louis Ville, capo divisione Diritti umani alla Commissione europea.

© Riproduzione Riservata
Italia