Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Pedofilia: card. O’Malley, “tutti abbiamo la responsabilità morale ed etica di denunciare” gli abusi

“Abbiamo tutti la responsabilità morale ed etica di denunciare i sospetti di abusi” sui minori “alle autorità civili che hanno il compito di proteggere la nostra società”. È quanto afferma una dichiarazione rilasciata oggi dal presidente della Pontificia Commissione per la tutela dei minori, cardinale Sean O’Malley, di comune accordo con tutti i membri della Commissione. Il porporato richiama l’appello lanciato da papa Francesco lo scorso settembre, ovvero che gli abusi sessuali sui bambini “non devono essere tenuti segreti mai più”, e riferisce di un recente incontro con il Papa nel quale è stata fatta “una panoramica dei grandi sforzi per la formazione fatti dalla Commissione nelle Chiese locali negli ultimi due anni, ed è stata ribadita la volontà dei membri di fornire materiali per i corsi offerti a Roma, incluso il programma annuale di formazione per nuovi vescovi e per gli uffici della Curia romana, affinché possano utilizzarli nei loro sforzi per la protezione dei minori”. Circa la situazione statunitense, O’Malley ricorda che la “Charter for the Protection of Children and Young People” (approvata nel 2002 dalla Conferenza dei vescovi cattolici Usa) “afferma chiaramente l’obbligo per tutte le diocesi/eparchie e per tutto il personale di denunciare i sospetti abusi alle autorità pubbliche. Ogni anno alla nostra riunione di novembre, in una sessione di formazione per i nuovi vescovi, questo obbligo viene ribadito, e durante ogni mese di febbraio la Conferenza propone un secondo programma di formazione per i nuovi vescovi che riafferma in modo chiaro ed esplicito questo obbligo”.

© Riproduzione Riservata
Chiesa