Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Diocesi: mons. Maniago (Castellaneta), “sette luoghi della misericordia” per “godere dei benefici dell’anno santo”

Sette strutture della diocesi di Castellaneta nelle quali “per tutto il tempo quaresimale, fino al giorno di Pasqua, permettere a persone che difficilmente potrebbero fare l’esperienza giubilare attraversando la nostra porta santa della cattedrale, di vivere e godere dei benefici dell’Anno santo anche dove normalmente sono accolti”. Sono quelle indicate dal vescovo di Castellaneta, monsignor Claudio Maniago, nel messaggio inviato alla diocesi “all’inizio della Quaresima, per comunicarvi la mia decisione di aiutare le nostre comunità a vivere questo tempo di grazia, particolarmente ricco e intenso in questo anno giubilare, sollecitando l’esperienza delle opere di misericordia così come il Santo Padre ci ha ripetutamente invitato a fare”. Le strutture sono la Casa Famiglia Monfort di Ginosa, il Centro Osmairm di Laterza, l’Ospedale Civile di Castellaneta, la casa alloggio Elisabetta Longhi di Palagianello, la comunità recupero Airone di Palagiano, la mensa della Caritas cittadina di Mottola e la casa di riposo San Benedetto di Massafra. Luoghi che “potranno offrire anche a tutti i fedeli delle nostre comunità la possibilità di fare un pellegrinaggio della misericordia” perché “visitando, incontrando e prendendosi cura anche per poco e con semplicità dei fratelli e sorelle più bisognosi della nostra vicinanza e della nostra tenerezza, potranno sperimentare la consolazione e la forza che scaturisce dal nostro accogliere e testimoniare la misericordia del Signore”. “La visita ai sette luoghi della misericordia – conclude mons. Maniago – sarà quindi un vero passaggio di quella porta che ci conduce a quell’esperienza sempre più viva e feconda della tenerezza e del perdono di Dio che rende anche noi sempre più concretamente capaci di misericordia”.

© Riproduzione Riservata
Territori