Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Papa in Messico: i titoli dei giornali americani. Richiami alla responsabilità, il ruolo della Chiesa e della politica

Grande risalto sulla stampa statunitense e messicana per i primi incontri di Papa Francesco in Messico. “Il Papa richiama al dovere il governo e la Chiesa messicana”, titola il “Washington Post”. “Il Papa invita i vescovi messicani a ‘un nuovo inizio’”, scrive il “New York Times”. E il “Los Angeles Times” apre la pagina sul viaggio di Francesco con “Il Papa mette in guardia la chiesa messicana da qualsiasi compromesso con ‘i faraoni di oggi’ a spese dei poveri”. L’articolo sottolinea come il pontefice abbia “subito richiamato a un senso di grande responsabilità da un lato le autorità messicane, presidente Enrique Peña Nieto in primis, dall’altro la leadership messicana della chiesa cattolica”, al fine di allentare la morsa di crimine e violenza in cui il Paese versa da anni. E nello stesso reportage vengono riprese le parole di Bergoglio: “Ogni volta che si imbocca il sentiero dei privilegi a beneficio di pochi si crea terreno fertile per la corruzione, il commercio di droga, il traffico di vite umane, i sequestri e la morte”. Tra i giornali messicani il quotidiano “La Razón” si sofferma sulle parole del presidente Enrique Peña Nieto che ha descritto ieri Francesco come un leader “sensibile e visionario”, la cui ricetta per il Paese è la stessa, dice, di quella implementata dal suo governo. E Peña Nieto ha aggiunto che l’abbraccio del Messico a Francesco rappresenta “l’abbraccio dei messicani con la loro fede”.
Il giornale “El Universal”, invece, dando conto dell’omelia del Papa al santuario della Madonna di Guadalupe, sottolinea le parole di Francesco sulle vittime dei narcos: “Dio si avvicina al cuore sofferente ma resistente di tante madri, padri, nonni, che hanno perso i propri figli per mano della criminalità”.

© Riproduzione Riservata
Chiesa