Quotidiano

Quotidiano - Italiano

This content is available in English

Patriarcato di Mosca: Sua Santità Kirill arrivato all’Avana. “Cuba e Russia unite da legami di amicizia”

Il Patriarca Kirill di Mosca e di tutta la Russia è arrivato a Cuba, prima tappa del suo viaggio in America Latina. Sua Santità – scrive in un comunicato il Patriarcato di Mosca – è stato invitato dal presidente Raúl Castro. È la prima volta che un Patriarca di Mosca visita l’America Latina. Prima di diventare Patriarca nel 2009, Sua Santità Kirill ha visitato Cuba tre volte: nel 1998, nel 2004 nel 2008 coprendo in quegli anni la carica di responsabile del dipartimento del Patriarcato di Mosca per le relazioni esterne.

Dopo Cuba Kirill visiterà il Paraguay e il Brasile. All’aeroporto internazionale dell’Avana, il Primate della Chiesa ortodossa russa è stata accolto dal presidente Raúl Castro Ruz.

raul“È con sentimenti di affetto che sono venuto per la quarta volta nella terra di Cuba”, ha detto Kirill al suo arrivo. “Sono arrivato qui per una visita di amicizia, su invito del capo della Repubblica di Cuba, Raúl Castro Ruz”. “Il popolo di Cuba e il popolo della Russia sono stati legati da vincoli di cooperazione e di sincera amicizia per molti anni. Rivolgendomi al popolo cubano, vorrei dire che i buoni sentimenti del popolo russo hanno per Cuba sono sempre più forti oggi”.

seguitoÈ qui all’areoporto dell’Avana, che Kirill questa sera incontrerà papa Francesco. “L’incontro è stato organizzato – scrive il Patriarcato – incrociando i loro itinerari. Papa Francesco farà una sosta a Cuba durante il suo viaggio verso il Messico. Al termine del loro incontro – ricorda il Patriarcato – dovrebbe essere firmata una Dichiarazione congiunta”.

© Riproduzione Riservata
Mondo