Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Giustizia: Ugci, oggi a Roma incontro di studio sul processo civile telematico

I giuristi cattolici s’interrogano sull’efficacia del “processo telematico: chimera o promettente realtà? Internet e diritto all’oblio”. La giornata di studio, oggi a Roma, è promossa in collaborazione con l’Università Lumsa. Il processo civile telematico (Pct), si legge in una nota, “consente di visualizzare, inviare e depositare atti online. È una nuova forma di processo civile con norme diverse rispetto a quello tradizionale, ma più veloce e semplice grazie alla maggiore cooperazione tra ministero, tribunale, notai e avvocati, professionisti e cittadini”. Il Pct è stato introdotto dalla Legge di Stabilità 2013. Introdurrà i lavori Piero Sandulli (docente di diritto processuale civile, Università di Teramo). Interverranno: Francesco Polino (Procura della Repubblica di Roma: “Le nuove notifiche telematiche: stato dell’arte del Pt e soluzioni proposte”), Salvatore Famiani (avvocato: “Il Pct e la notifica a mezzo Pec: i nuovi aspetti telematici delle procedure esecutive”), Elena Bassoli (presidente dell’Angif, Associazione nazionale giuristi informatici e forensi: “Diritto all’oblio nella giurisprudenza della Corte di giustizia”), Fabio Massa (vice presidente Angif: “Dal diritto all’oblio al diritto all’anonimato”). Concluderà il convegno il giurista Giovanni Giacobbe (professore emerito di diritto civile, Università Lumsa). Info: www.ugci.org

© Riproduzione Riservata
Italia