Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Diocesi. Pompei, al via il 14 febbraio la Missione cittadina

Si terrà il 14 febbraio, alle 19, in basilica a Pompei, la santa Messa di apertura della Missione cittadina, che avrà luogo nelle comunità parrocchiali di Pompei fino a domenica 21. Presieduta dall’arcivescovo, monsignor Tommaso Caputo, la celebrazione vedrà la partecipazione di tutte le comunità parrocchiali e dei padri missionari di Villaregia, che animeranno le attività e gli appuntamenti del calendario della Missione. “Nell’Anno Santo della Misericordia, indetto da Papa Francesco, la Missione richiama i credenti a vivere più intensamente la loro fede e a testimoniare più efficacemente l’amore a Dio e al prossimo”, si legge in una nota della diocesi di Pompei. Ad ogni comunità verrà consegnato il programma degli appuntamenti che aiuteranno a vivere in maniera piena la Missione. In ogni parrocchia, inoltre, ad animare le attività ci saranno religiosi e religiose della Comunità Missionaria di Villaregia di Nola. I religiosi e le religiose di Villaregia sono missionari “ad gentes ed extra ad vitam”. La loro “missione” è proprio andare tra le genti, vicine e lontane, per portare la parola di Dio. La loro priorità pastorale è coinvolgere i fedeli laici in tutti gli ambiti della pastorale. In ogni parrocchia, i Missionari saranno, infatti, affiancati dai laici che quotidianamente collaborano con il parroco alle attività della propria parrocchia. Durante la Missione cittadina, prenderanno il via anche le catechesi giubilari sulle opere di misericordia che, fino ad aprile, saranno svolte ogni mercoledì, alle 19.45, in santuario. Mercoledì 17 febbraio, monsignor Bruno Forte, arcivescovo di Chieti-Vasto, parlerà de “Il Giubileo della Misericordia e del Perdono”. La Missione si concluderà con la santa Messa in santuario, presieduta dall’arcivescovo Caputo, domenica 21, alle 19. Venerdì 19, invece, presso la cappella del Centro educativo ‟Bartolo Longo‟, si terrà, alle 20, l’Incontro diocesano per i giovani. La Missione prevede anche visite agli ammalati e incontri nelle scuole di ogni ordine e grado.

© Riproduzione Riservata
Territori