Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Danimarca: Copenaghen, prima moschea per sole donne

Apre in questi giorni a Copenaghen la prima moschea per sole donne diretta da una imam donna, Sherin Khankan. La notizia, riportata oggi sui giornali danesi, ha suscitato opposte reazioni e il luogo della moschea Mariam è tenuto nascosto per timore di rappresaglie. “Il problema è che questa persona e le altre donne che si definiscono imam con lei”, spiega Stine Høxbroe, musulmana danese, coordinatrice del gruppo di contatto tra musulmani e cristiani del Consiglio delle Chiese danesi, “sono musulmane, hanno una formazione accademica e vogliono promuovere le loro idee, ma nessuna di loro ha una conoscenza completa della storia e delle dottrine religiose, nemmeno della tradizione sufi che vorrebbero incarnare. Ciò le rende fragili agli occhi degli altri musulmani”. E precisa: “Avessero avuto una solida preparazione, sarebbe stato molto diverso, molti le avrebbero sostenute”. Høxbroe condivide l’opinione che ci sia una carenza di spazio per le donne musulmane, anche se nei diversi gruppi in Danimarca ci sono già “donne preparate, che insegnano e hanno ruoli di guida”. Secondo Stine Høxbroe, il fatto che la comunità musulmana danese sia composita, formata da immigrati di Paesi e lingue differenti, rende difficile trovare in Danimarca percorsi adeguati di formazione. “Chi si assume un ruolo del genere e lo annuncia pubblicamente dovrebbe avere una profonda conoscenza dell’islam altrimenti non rappresenta una vera alternativa”.

© Riproduzione Riservata
Europa