Quotidiano

Quotidiano - Italiano

This content is available in English

Albania: cittadinanza onoraria di Durazzo ai tre leader religiosi della città

Cittadinanza onoraria di Durazzo ai tre leader religiosi della città: il parroco cattolico, don Gjergj Meta, il muftì della moschea, Redin Quku, e il parroco ortodosso, padre Gjerasin Çakalli. A conferirla ieri il sindaco di Durazzo, Vangjush Dako, con la seguente motivazione: “Per il contributo dato per la promozione della convivenza e l’armonia tra i cittadini. Per il supporto spirituale ai cittadini di Durazzo. Per il contributo alla tolleranza e all’armonia interreligiosa”. I tre rappresentanti, ritirando l’onorificenza, hanno ringraziato gli organizzatori per l’apprezzamento ricevuto. “Durazzo – ricorda don Meta – è la citta di tre martiri della fede: il vescovo Vincenc Prennushi e i parroci don Anton Zogaj e mons. Jul Bonati. Tutti e tre sono nella lista dei 40 martiri, ormai in fase di positio presso la Congregazione delle cause dei santi. Erano in buoni rapporti con gli altri rappresentanti religiosi dell’epoca. Durazzo come ex-sede dell’attuale diocesi di Tirana-Durazzo vanta questa pacifica convivenza che continua tuttora. Nella città attualmente c’è la parrocchia concattedrale di santa Lucia e quella di san Domenico”. Il titolo ricevuto, aggiunge Meta, “va alla communita cattolica martire di Durazzo, di cui io sono figlio. Ai parroci e al vescovo Prennushi, ma anche ai missionari e alle missionarie d’Italia e di altri Paesi che, in questi 25 anni, hanno dato un enorme contributo per la ripresa della Chiesa e della società”.

© Riproduzione Riservata
Europa