Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Diocesi: Bolzano-Bressanone, nel giorno di San Valentino in vendita “Fiori solidali”

Fiori solidali: chi li acquista non solo farà un regalo a chi ama, ma anche a una famiglia in Etiopia. Grazie all’acquisto dei fiori, infatti, queste famiglie potranno piantare diversi alberi da frutta. È l’iniziativa della Caritas altoatesina e dell’associazione dei floricoltori dell’Alto Adige per la giornata di San Valentino. Per ogni creazione primaverile venduta, entro il 15 febbraio, i floricoltori aderenti all’iniziativa verseranno un euro all’iniziativa “Regali solidali” della Caritas. In questo modo, in Etiopia una famiglia potrà piantare un alberello di frutta nel proprio orto. “Questa volta l’iniziativa è particolarmente preziosa e importante, perché l’anno scorso in Etiopia è piovuto pochissimo e donne, uomini e bambini stanno andando avanti con il minimo indispensabile”, racconta Judith Hafner, collaboratrice Esteri della Caritas altoatesina. Gli alberelli saranno distribuiti dopo la prossima pioggia, in modo da riuscire a mettere radici e dare così frutto. I “Regali solidali” sono un progetto della Caritas altoatesina, tramite il quale il donatore può comprare e regalare a una persona cara un buono che certifica – ad esempio – il suo acquisto di una capra in Kenya o di un asino in Eritrea, di un paio di scarpe per bambini boliviani come anche pacchi alimentari o parte delle bollette di persone bisognose che vivono in Alto Adige. L’anno scorso la Caritas, grazie all’iniziativa del giorno di San Valentino, ha potuto distribuire quasi 1.500 alberelli di frutta a 360 famiglie etiopi. La lista dei floricoltori partecipanti all’azione è disponibile presso l’Associazione Floricoltori dell’Alto Adige (tel. 0471 999 377) e presso la Caritas (tel. 0471 304 300). Può essere consultata anche online sulla pagina www.sbb.it oppure www.caritas.bz.it.

© Riproduzione Riservata
Territori