Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Cardinale Bassetti: “in un mondo lacerato” tre vie per realizzare l’unità della Chiesa

Sono tre le vie indicate dal cardinale arcivescovo di Perugia-Città della Pieve, Gualtiero Bassetti, per realizzare “in un mondo lacerato l’unità della Chiesa”. Dalle colonne dell’Osservatore Romano, il porporato evidenzia le strade che portano “a questo grande obiettivo”. La prima via è quella “della solidarietà e trova un’espressione concreta nella vita quotidiana di ogni uomo e di ogni donna… Tutto questo per un cristiano è possibile solamente se si riconosce nel profondo del proprio cuore e non solo a parole, che Cristo è l’unica pietra su cui si è scelto di costruire la propria vita”. La seconda strada che porta all’unità, prosegue Bassetti “è quella dell’annuncio del Vangelo e trova, durante l’anno santo, un’espressione simbolicamente molto importante: l’invio in tutto il mondo, da parte del Papa, di circa mille ‘missionari della misericordia’, provenienti da ogni continente, con il compito di predicare e di confessare”. Infine, la terza via “è quella decisiva del dialogo che troverà, non casualmente, un momento storicamente importantissimo con il prossimo incontro a Cuba tra Francesco e Cirillo, patriarca di Mosca”. “Nel 2002, in occasione di una sua visita a Perugia per il conferimento da parte dell’università di una laurea honoris causa”, ricorda il cardinale, “il patriarca Cirillo rivolse un saluto all’arcivescovo Giuseppe Chiaretti in cui disse una frase, riportata dalle cronache dell’epoca, che oggi assume un significato particolare: ‘Occorre incontrarci e se non lo facciamo come possiamo contribuire all’unità dei ‘pezzi’ di questa Chiesa?’ “. Parole, che, commenta Bassetti, “rilette oggi acquisiscono un contenuto profetico e ci restituiscono la cifra di una stagione della Chiesa che non nasce oggi ma trova le sue radici più profonde direttamente nel Concilio Vaticano II”.

© Riproduzione Riservata
Chiesa