Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Reddito minimo: Costalli (Mcl), “passo in avanti positivo, si concretizzi in tempi brevi”

“Un piano contro la povertà in Italia è sicuramente un dato positivo ma mi auguro che si concretizzi tutto in termini brevi, perchè le famiglie italiane hanno bisogno di fatti”. È questo il parere espresso da Carlo Costalli, presidente del Movimento cristiano lavoratori, a proposito del piano del governo contro la povertà, con l’introduzione del reddito minimo di 320 euro al mese per un milione di poveri con minori, almeno inizialmente. “Il Papa non fa altro che appelli sul tema della povertà – ricorda -, che riguarda anche le nostre periferie, per cui tutto ciò che va in quella direzione è un dato positivo. Con una preoccupazione: abbiamo bisogno di fatti per le famiglie italiane. Siamo contenti se tutto verrà realizzato in tempi brevi”. “Mi auguro che le grandi enunciazioni vengano concretizzate – afferma Costalli -, perchè in generale sono critico sui tempi e sulla realizzazione finale che non è mai conseguente in qualità e quantità rispetto agli intenti”. I 600 milioni di euro stanziati nella legge di stabilità per quest’anno a suo avviso “sono un passo in avanti ma certo in assoluto non bastano a sconfiggere la povertà. Bisogna però essere realisti e tenere conto della situazione economica e delle difficoltà in nostri governanti si trovano a lavorare”.

© Riproduzione Riservata
Italia