Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Berlino: commemorazioni per le vittime della strage al mercatino di Natale

Circa 400 persone hanno partecipato, ieri sera a Berlino, ad una preghiera funebre nella cattedrale cattolica di St. Hedwig per le vittime dell’attentato terroristico al mercatino del Natale. L’arcivescovo di Berlino, mons. Heiner Koch, ha invitato i fedeli a restare uniti davanti alla sofferenza: “Stiamo di nuovo insieme in questa Notte dell’attacco terroristico”. Koch ha evidenziato la necessità che le persone non si separino, “non si rivolgano l’un l’altro accuse” ma indirizzino la loro preghiera per le vittime. Koch ha ringraziato le forze di sicurezza e i volontari per l’instancabile impegno nel salvataggio e nella cura delle vittime. Anche la Chiesa evangelica si è riunita ieri sera per un servizio ecumenico di suffragio. La liturgia si è svolta presso la chiesa della memoria, proprio davanti al luogo dell’attentato. Erano presenti il presidente federale, Joachim Gauck, la cancelliera, Angela Merkel, ed il presidente del Bundestag, Norbert Lambert. Al momento commemorativo ha partecipato anche l’arcivescovo Koch, e rappresentanti dell’ebraismo e delle comunità musulmane. Il vescovo protestante di Berlino, Markus Dröge, ha chiesto di “non rispondere all’odio con l’odio, di non cedere alla legge del terrore” e di non “lasciarci dividere dalle differenze delle nostre culture”. Il presidente federale Gauck ha sottolineato che “l’odio degli autori della strage non ci porterà a odiare”, e Josef Schuster, presidente del Consiglio centrale degli ebrei, ha ricordato la comune celebrazione del Natale cristiano e della Hannukkah ebraica: “Possano i messaggi di pace di queste due feste darci forza”.

© Riproduzione Riservata
Europa