Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Università: Frezza (giurista), oggi “massiccio ingresso dei diritti umani”

“Il massiccio ingresso dei diritti umani”. È la novità più eclatante dell’attuale panorama giuridico. Ad evidenziarlo è stato Giampaolo Frezza, ordinario di diritto privato all’Università Lumsa, che ha tenuto oggi la prolusione di apertura dell’anno accademico dell’ateneo. “Il riferimento ai principi e ai valori, oltre la legge o in sua assenza, anche a quelli non codificati e non scritti”, ha fatto notare il giurista, è una sorta di “passaggio obbligato” in un diritto diventato ormai “cultura giuridica”, fondato sulla “tecnica argomentativa”. Tra le novità in ambito giuridico, il relatore ha segnalato “il massiccio ingresso dei diritti umani, che esprimono valori i quali, in quanto diritti positivi, devono essere interpretati attraverso argomentazioni politiche, etiche e scientifiche” e il “processo di costituzionalizzazione dei diritti e, segnatamente, del diritto civile, che ha reso la pratica dei valori da sussidiaria a primaria”. “Anche i valori costituzionali si interpretano argomentando”, ha puntualizzato Frezza, per cui “il giurista è chiamato a formare la regola, attraverso i giudizi di legalità costituzionale, meritevolezza, ragionevolezza e proporzionalità”. “Sono le circostanze del caso concreto a evidenziarne e produrre significati”, ha concluso il giurista: “Cambia, in sintesi, il concetto di legalità, che non ammette più generalizzazioni”.

© Riproduzione Riservata
Italia