Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Papa Francesco: a studenti internazionali, “doloroso che giovani preparati siano indotti ad abbandonare il proprio Paese”

“L’arricchimento personale e culturale permette ai giovani d’inserirsi più facilmente nel mondo del lavoro, assicurandosi un posto nella comunità e diventandone parte integrante. Da parte sua, la società è chiamata ad offrire alle nuove generazioni valide opportunità occupazionali, evitando la cosiddetta ‘fuga di cervelli’. Che qualcuno scelga liberamente di andare a specializzarsi e a lavorare all’estero, è cosa buona e feconda; invece è doloroso che giovani preparati siano indotti ad abbandonare il proprio Paese perché mancano adeguate possibilità di inserimento”. Lo ha detto oggi papa Francesco, ricevendo in udienza i giovani partecipanti al quarto Congresso mondiale di pastorale per gli studenti internazionali. Bergoglio ha poi messo in guardia dall’“insorgere di certe chiusure, meccanismi di difesa di fronte alla diversità, muri interiori che non permettono di guardare il fratello o la sorella negli occhi e di accorgersi dei suoi reali bisogni”, invitando i presenti a “sviluppare una notevole capacità di adattamento, imparando a essere custodi degli altri come fratelli e del creato come casa comune, e questo – ha concluso – è decisivo per rendere il mondo più umano”.

© Riproduzione Riservata
Chiesa