Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Cinema: Università europea di Roma, proiezione del film “Il cuore dell’assassino”. Tratto da una storia vera

Un fanatico uccide brutalmente una missionaria cristiana. La famiglia di lei lo perdona ed ottiene la sua scarcerazione, accogliendolo poi come un figlio e un fratello attraverso il rito induista del Rakhi. E’ una storia vera, raccontata nel film “Il cuore dell’assassino”, vincitore di numerosi premi, che sarà proiettato questa sera, alle 19, all’Università Europea di Roma (via degli Aldobrandeschi 190).  L’incontro, con ingresso libero, è organizzato dallo stesso ateneo in collaborazione con l’Associazione Religions For Peace.  Seguirà un dibattito a cui parteciperanno la regista del film, Catherine McGilvary, e il presidente dell’Associazione Religions For Peace, Luigi De Salvia. “Ho scelto di raccontare la storia dal punto di vista dell’assassino – ha spiegato la regista – perché sia chiaro che il perdono incondizionato trasforma nel profondo non soltanto chi lo offre, ma ancora più chi ne è oggetto. Possiamo riconoscerci nel protagonista, anche se non abbiamo compiuto un gesto altrettanto efferato. La sua lotta per innalzarsi dalle tenebre alla luce è qualcosa che viviamo ogni giorno in quanto esseri umani. Identificandoci con lui, arriviamo a comprendere che, malgrado tutti i nostri errori, possiamo in qualsiasi momento essere trasformati dall’amore”.

© Riproduzione Riservata
Italia