Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Progetto Policoro: Becchetti (economista), “cercatori di lavOro” per portare le “idee eccellenti” alla Settimana sociale

“Vogliamo puntare sulle buone pratiche: vedere, cioè, chi in Italia ha risolto il problema del lavoro e dove sono le idee eccellenti”. Questo il progetto “Cercatori di lavOro” (voluto il gioco di parole oro-lavoro) nelle parole dell’economista Leonardo Becchetti, membro del Comitato organizzatore delle Settimane sociali, che lo presenta questa sera (30 novembre) ad Assisi, dove è in corso la settimana di formazione nazionale del Progetto Policoro. La ricerca delle buone pratiche – che interesserà aziende, istituti che realizzano l’alternanza scuola-lavoro, amministrazioni –approderà poi alla Settimana sociale di Cagliari. “Non vogliamo fare un laboratorio a tavolino – spiega Becchetti –, ma dare vita a un movimento di persone. Per questo, in ogni diocesi e parrocchia vogliamo che i giovani vadano a incontrare la migliore pratica del loro territorio”. A guidarli, una scheda con alcune linee guida per analizzare “i pro e i contro dell’esperienza, se può avere un impulso ulteriore grazie a un intervento di polis e amministrativo, se è trasferibile in altre realtà”. In altri termini, si tratta di “far incontrare le persone con le migliori pratiche”. Già alla fiera Job e Orienta, la scorsa settimana a Verona, sono state presentate alcune esperienze di alternanza scuola-lavoro, mentre video che raccontano buone pratiche sono già pronti per il convegno “Chiesa e lavoro. Quale futuro per i giovani nel Sud?”, che si terrà il prossimo febbraio a Napoli e costituisce una tappa verso la Settimana sociale. “Ci rivolgiamo – precisa l’economista – in particolare a quanti si occupano di Pastorale sociale e Progetto Policoro: non è difficile, basta che ogni territorio individui una realtà. L’importante è che questo movimento sia il più capillare possibile, per giungere a Cagliari con le esperienze più interessanti”.

© Riproduzione Riservata
Chiesa