Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Fondazione Giovanni XXIII: mons. Beschi (Bergamo) dona al presidente Mattarella due volumi di Angelo Roncalli

Il vescovo di Bergamo, monsignor Francesco Beschi, ha donato al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, una preziosa copia anastatica in tiratura limitata del volume di Angelo Giuseppe Roncalli su monsignor Giacomo Maria Radini Tedeschi: la biografia che don Roncalli approntò e diede alle stampe nell’agosto del 1916, esattamente a due anni dalla morte del suo amato vescovo di Bergamo, mentre l’Europa gemeva sotto i terribili colpi della prima guerra mondiale. Oltre a narrare la biografia dell’illustre vescovo bergamasco, il volume – si legge in una nota della Fondazione Papa Giovanni XXIII – permette di conoscere l’ampio ventaglio di attività che la Chiesa di Bergamo ha svolto in favore della società. Insieme al libro, mons. Beschi ha fatto omaggio al capo dello Stato di una copia anastatica dell’Enciclica Pacem in Terris con firma originale di San Giovanni XXIII, documento che ancora oggi rimane tra i più validi programmi per la pace e lo sviluppo dei popoli. La Fondazione Papa Giovanni XXIII è nata nel 2000 per volontà della diocesi di Bergamo con l’intento di raccogliere, custodire, studiare e divulgare il prezioso patrimonio documentario di Angelo Giuseppe Roncalli, San Giovanni XXIII. Tale patrimonio, riversato dal suo segretario, cardinale Loris Francesco Capovilla, consta di oltre 10mila carte tra fascicoli, foto e volumi. L’attività della Fondazione Papa Giovanni XXIII comprende la promozione di studi, seminari, convegni, mostre e iniziative culturali (in collaborazione con diversi enti fra i quali le Università di Bergamo, Pavia e Pisa) per approfondire la conoscenza di Papa Roncalli nel mondo.

© Riproduzione Riservata
Chiesa