Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Diocesi: Treviso, sulla vicenda di don Spinea “non vi è alcuna ‘fuga’ del parroco. Pausa concordata con il vescovo”

In merito alla vicenda che ha sollevato molto scalpore in questi giorni e che vede protagonista il parroco di Spinea don Flavio Gobbo, la diocesi di Treviso si è espressa con un comunicato che precisa gli elementi della vicenda. “Come già comunicato ufficialmente durante le messe di domenica scorsa dal vicario foraneo, incaricato dal Vescovo di parlare alla comunità – si legge nella nota -, si ribadisce che non si tratta di una ‘fuga’ del parroco, come alcuni organi di stampa scrivono in queste ore, ma di una pausa concordata con il vescovo. Non c’è quindi alcun abbandono del sacerdozio e don Flavio continua a rimanere in contatto con i suoi superiori”. Secondo punto: “Non esiste alcun legame tra eventuali comportamenti non corretti della collaboratrice della parrocchia (come ipotizzati dalla stampa) con la gestione economica della parrocchia stessa”. Infine, conclude il comunicato, “tutti i parroci quando lasciano la parrocchia, anche temporaneamente, presentano la rendicontazione economica all’ufficio Amministrativo diocesano, giustificando con i superiori le spese sostenute. E così ha fatto don Flavio in questi giorni”.

© Riproduzione Riservata
Territori