Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Diocesi: Tivoli, mons. Parmeggiani benedice a Montecelio le campane donate dalle Acli

“Desidero ringraziare le Acli provinciali di Roma per la donazione di queste campane, un gesto importante per la comunità cristiana di Montecelio e un riconoscimento per l’impegno del circolo Acli ‘Mons. Francesco Rusconi’ a favore della cittadinanza”: lo afferma monsignor Mauro Parmeggiani, vescovo di Tivoli, che domani, domenica 10 gennaio, alle ore 11 presso la chiesa di San Giovanni Evangelista a Montecelio (Roma), presiederà la messa e la benedizione delle campane donate dalle Acli di Roma e provincia e dal locale circolo aclista per la chiesa di Sant’Antonio. Saranno presenti Lidia Borzì, presidente delle Acli di Roma e provincia, e Giovanni Stazi, storico presidente del circolo Acli “Mons. Rusconi”. La Messa sarà concelebrata da padre Antonio Rencricca, parroco di San Giovanni evangelista e di Sant’Antonio, e segnerà anche l’apertura della Festa di Sant’Antonio abate che si svolgerà a Montecelio dal 10 al 17 gennaio. Le campane saranno dedicate ai santi monticellesi: Giovanni da Triora dell’Ordine dei Frati minori, nel bicentenario del martirio, e Maria De Mattias, fondatrice delle Suore adoratrici del sangue di Cristo, nel 160° anniversario dell’apertura della scuola di Montecelio. “La donazione di queste campane –dichiara Lidia Borzì – vuole essere un ulteriore segno tangibile della attenzione delle Acli di Roma al territorio della città metropolitana di Roma capitale in generale e di Montecelio in particolare, dove siamo presenti da quasi 60 anni, con il nostro circolo”.

“Le campane – prosegue Borzì – sono lo strumento con cui la chiesa richiama a sé i propri fedeli con fare festoso, invitandoci all’accoglienza, all’apertura verso i più bisognosi e al dialogo interreligioso, come ci insegna Papa Francesco, un segno giubilare che vogliamo condividere con tutta la comunità di Montecelio”. “Questa iniziativa – aggiunge Giovanni Stazi, 94 anni –rappresenta la rinascita della chiesa di Sant’Antonio. Abbiamo deciso, infatti, in comunione con padre Antonio Rencricca di riacquistare le campane che furono rubate 40 anni fa. Ora ritornano al loro posto grazie al contributo delle Acli di Roma e una volta benedette torneranno finalmente a suonare per la celebrazione di domenica 17 gennaio per la festa di Sant’Antonio abate”.

© Riproduzione Riservata
Territori