Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Padre Parolari: arrestati in Bangladesh i responsabili dell’agguato al missionario, estremismo islamico locale

Sono stati arrestati in Bangladesh i due presunti responsabili del tentato omicidio di padre Pietro Parolari, il missionario del Pime e medico, gravemente ferito in un attentato con armi da fuoco il 18 novembre nei dintorni di Dinajpur, la città in cui risiede la sua missione. Si tratterebbe di appartenenti al gruppo di militanti islamici chiamato “Jamaatul Mujahedin Bangladesh”, le cui attività sono fuorilegge nel Paese. I due, arrestati il 4 gennaio, sarebbero coinvolti anche nel bombardamento di un tempio hindu lo scorso anno.  Inizialmente l’attentato era stato rivendicato da un sedicente Stato islamico, ma le autorità hanno accertato che si tratta di estremismo locale, come informa l’agenzia cattolica Ucanews. Dopo l’aggressione a padre Parolari – che ora è in Italia per ricevere cure mediche ma sta bene – altre decine di preti, due vescovi, pastori protestanti e operatori umanitari cristiani hanno ricevuto minacce di morte tramite mail, telefono o sms da gruppi estremisti islamici.

© Riproduzione Riservata
Mondo