Quotidiano

Quotidiano - Italiano

This content is available in English

Ue: Breslavia e San Sebastiano Capitali europee della cultura. I “quattro spiriti” della città polacca

Un'immagine del centro di Breslavia (Polonia)

(Bruxelles) Il ruolo di Capitale europea della cultura “aiuta le città a creare un senso di comunità e porta benefici duraturi ai loro cittadini e alle loro economie”. È l’augurio che Tibor Navracsics, commissario Ue alla cultura, educazione e giovani, invia alle città di Wroclaw (Breslavia, in Polonia) e a San Sebastian (Spagna), che assumono il ruolo di Capitale della cultura su scala continentale per l’anno 2016. Il commissario ungherese Navracsics sarà a Breslavia il 17 gennaio, per l’evento che inaugurerà il programma annuale di manifestazioni. L’apertura di Wroclaw 2016 si svolgerà nel weekend del 15-17 gennaio con quasi 100 eventi fra i quali concerti, mostre e spettacoli. L’evento principale di domenica 17 gennaio vedrà quattro sfilate per le vie della città partendo da quattro angoli di Breslavia e convergendo al mercato centrale Rynek per il gran finale. Le sfilate saranno guidate da artisti che rappresentano i quattro “Spiriti di Wroclaw” (spirito delle fedi, dell’innovazione, della ricostruzione e del diluvio). Saranno presenti oltre 2mila artisti. Il motto scelto per Wroclaw 2016 è “Spazi di bellezza” e intende richiamare, come spiegano le autorità municipali, le idee di metamorfosi e la diversità, attingendo alla storia della città. I cittadini sono stati invitati a eseguire parte del programma annuale. Durante l’anno la città diventerà, secondo le indicazioni dell’Unesco, anche la Capitale mondiale del libro.

© Riproduzione Riservata
Europa