Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Scuole: open days al Centro spaziale europeo di Frascati. Porte aperte agli studenti

Esrin Frascati: a marzo open days per le scuole

Volare a fianco di un astronauta, mettere il piede sulla luna, partecipare al lancio di un missile. “Magie” – ma anche esiti delle più avanzate ricerche scientifiche – possibili per gli studenti delle scuole elementari e medie italiane grazie a Esrin (European Space Research Institute), noto anche come Esa Centre for Earth Observation di Frascati (Roma). Esrin è uno dei cinque centri specializzati Esa (l’Agenzia spaziale europea) presenti in Europa e fondato 50 anni or sono nel 1966. Dal 7 all’11 marzo il centro spaziale apre le porte alle scuole, che possono iscriversi per partecipare con i loro studenti, d’età compresa fra 8 e 13 anni, a una giornata di esperimenti, giochi, lezioni con gli scienziati europei. Lo scorso anno l’evento ha coinvolto oltre duemila studenti provenienti da 40 scuole. L’edizione di quest’anno include un nuovo modo di investigare il pianeta, “Scienza della Terra 2.0”, con una serie di applicazioni per dispositivi mobili, con l’aiuto delle animazioni 3D, esperimenti e video del programma Copernicus. Esrin spiega: “Nel 2018 sarà lanciata la missione Esa del rover ExoMars, un rover marziano che sarà presentato mostrando agli studenti come si può costruire un piccolo, vero, rover”. Gli studenti inoltre “potranno costruire e lanciare razzi, e saperne di più degli asteroidi vicini alla Terra” (i lanci dal vivo verranno effettuati se le condizioni meteorologiche lo consentiranno).

Un’altra sessione “sarà dedicata ai lanciatori, come il piccolo lanciatore europeo Vega. Grazie ai simulatori che saranno ospitati dalla struttura, gli studenti in visita all’Esrin potranno sperimentare com’è volare come un astronauta e scendere sulla luna o arrivare sulla stazione spaziale internazionale con l’aiuto del lanciatore Soyuz o a bordo dello Space Shuttle”. Inoltre i bambini esploreranno varie tematiche con l’uso di video e di esperimenti divertenti. “Gli insegnanti potranno, grazie a documenti preparati per loro, riprodurre in classe ciò che sarà fatto durante il laboratorio”. Il programma “incoraggerà il ragionamento scientifico e il lavoro di gruppo. Dopo una breve introduzione da parte di un rappresentante Esa o di un esperto di un’organizzazione partner – che collabora per dare il benvenuto ai bambini delle elementari il 7, 8 e 9 marzo e agli studenti delle scuole medie il 10 e 11 marzo – ogni classe prenderà parte ad una varietà di moduli di esercizio”. Per registrarsi e verificare la disponibilità, le scuole interessate dovranno inviare un’email con nome dell’istituto, numero di partecipanti (studenti e insegnanti previsti), classe, nome, telefono cellulare ed e-mail di un insegnante referente al seguente indirizzo: esa.conference.bureau@esa.int.

© Riproduzione Riservata
Italia