Quotidiano

Quotidiano - Italiano

This content is available in English

Europa: Eurofound, “famiglie monoparentali o numerose a rischio povertà”. Servono politiche pubbliche

Le famiglie dei Paesi Ue, soprattutto monoparentali o numerose, sono ancora ad alto rischio povertà ed esclusione sociale, nonostante la ripresa economica. Famiglie con un solo stipendio o con tre o più figli costituiscono una fetta considerevole dei 4,8 milioni di cittadini comunitari in più rispetto al 2008 che vivono in povertà. Lo studio che l’agenzia dell’Ue Eurofound ha appena pubblicato, “Famiglie nella crisi economica: cambiamenti delle politiche nell’Unione europea”, mostra come la situazione vari nei singoli Paesi a seconda “del livello diverso di politiche familiari e della situazione economica generale”. Proprio sulle politiche si sofferma lo studio che identifica uno “scivolamento verso politiche basate su sussidi e la riduzione di politiche globali di sostegno alle famiglie”, anche in conseguenza alla difficoltà di conciliare “l’evoluzione delle necessità delle famiglie con le esigenze di tagli nella spesa sociale”. Le politiche familiari restano subordinate a “specifiche emergenze o necessità politiche” e non hanno “un quadro strutturale coerente e integrato”. Inoltre la definizione di famiglia in alcuni Paesi è rimasta “ristretta”, per cui casi come le famiglie di risposati “non trovano spazio e quindi diritto a sostegni economici”. Riemerge poi il dato secondo cui non basta un posto di lavoro per far uscire una famiglia dal rischio povertà: servono misure “di sostegno all’inclusione sociale”, politiche per l’alloggio, “servizi per l’infanzia”.

© Riproduzione Riservata
Europa