Quotidiano

Quotidiano - Italiano

This content is available in English

Slovacchia: consacrati e laici insieme nella “vocazione a vivere la misericordia”

(Bratislava) – Oltre 200 cattolici laici di vari settori della vita della Chiesa, rappresentanti delle comunità religiose e sacerdoti hanno incontrato i vescovi slovacchi nei giorni scorsi per discutere le sfide attuali e le attività della Chiesa nella società slovacca. L’obiettivo dell’incontro annuale a Ruzomberok, con il motto “La vocazione a vivere la misericordia”, era “approfondire la comunicazione reciproca e lo scambio di informazioni e opinioni su importanti temi di vita quotidiana, oltre a raccogliere ispirazioni pastorali per il 2016”. Secondo mons. Stanislav Zvolensky, presidente della Conferenza episcopale della Slovacchia, “sembra che se vogliamo essere veramente concreti e aggiornati nelle nostre opere di misericordia, dobbiamo concentrarci su aree quali la crisi migratoria, la povertà, la pastorale delle famiglie – soprattutto quelle più numerose – e la guida spirituale del popolo Rom”. L’arcivescovo ha invitato laici e consacrati a partecipare alle elezioni parlamentari di marzo votando per i candidati “che vivono in conformità con il Vangelo”. Per i vescovi, la sfida principale consiste nell’affrontare l’ondata migratoria in Europa, incoraggiando i fedeli a “rendersi disponibili per aiutare”. Tutti i partecipanti all’incontro hanno concordato sul fatto che ruolo della Chiesa è “costruire ponti di solidarietà ed empatia” in tutti i settori della società, soprattutto per quanto riguarda l’integrazione dei rifugiati nella società slovacca.

© Riproduzione Riservata
Europa