Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Papa Francesco: Angelus, “evangelizzare i poveri” è “la missione della Chiesa”

“Evangelizzare i poveri: questa è la missione di Gesù; questa è anche la missione della Chiesa, e di ogni battezzato nella Chiesa”. Ne è convinto il Papa, che durante l’Angelus di ieri ha ribadito: “Essere cristiano ed essere missionario è la stessa cosa. Annunciare il Vangelo, con la parola e, prima ancora, con la vita, è la finalità principale della comunità cristiana e di ogni suo membro”. “Gesù – ha spiegato – è diverso dai maestri del suo tempo: non ha aperto una scuola per lo studio della Legge, ma va in giro a predicare e insegna dappertutto: nelle sinagoghe, per le strade, nelle case. Gesù è diverso anche da Giovanni Battista, il quale proclama il giudizio imminente di Dio, mentre Gesù annuncia il suo perdono di Padre”. È nella sinagoga di Nazaret, il villaggio dove Gesù è cresciuto fino a circa trent’anni, che si delinea la missione di Gesù, ha sottolineato Francesco riferendosi a quell'”avvenimento importante” durante il quale Gesù “si alza per leggere la Sacra Scrittura, apre il rotolo del profeta Isaia e prende il passo dove è scritto: ‘Lo Spirito del Signore è sopra di me; per questo mi ha consacrato con l’unzione e mi ha mandato a portare ai poveri il lieto annuncio’. Poi, dopo un momento di silenzio pieno di attesa, dice, tra lo stupore generale: ‘Oggi si è compiuta questa Scrittura che voi avete ascoltato'”.

© Riproduzione Riservata
Chiesa