Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Haiti: ballottaggio rinviato per le proteste. I vescovi invitano al dialogo

Violente proteste per tutto il fine settimana ad Haiti, dove ieri si sarebbe dovuto votare per il ballottaggio delle Presidenziali (il primo turno si era svolto ancora lo scorso ottobre, in un clima di grande tensione e frammentazione). La gente è scesa in piazza soprattutto per chiedere al governo di rinviare il ballottaggio, perché l’opposizione ritiene che durante il primo turno, lo scorso 25 ottobre, si siano verificate delle frodi. Inoltre il principale candidato dell’opposizione Jude Celestin, si era ritirato dalla corsa elettorale lasciando solo il candidato in carica, Jovenel Moise. Obiettivo evidentemente raggiunto, visto che la consultazione è stata rinviata a data da destinarsi. La scorsa settimana la Conferenza episcopale aveva fatto appello al governo, alla Commissione elettorale e ad altri protagonisti coinvolti nelle elezioni, di esercitare la saggezza, l’intuizione e la capacità di dialogo al fine di trovare una soluzione accettabile e sostenibile per il popolo haitiano nel più breve tempo possibile.

© Riproduzione Riservata
Mondo