Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Università Cattolica: ricerca svela che troppo zucchero “manda in tilt” il cervello e inibisce apprendimento e memoria

Il troppo zucchero “manda in tilt” il cervello inibendo la riproduzione delle cellule staminali coinvolte in apprendimento e memoria. Questo è il risultato di una ricerca svolta presso la Facoltà di medicina e chirurgia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e pubblicata oggi sulla rivista “Cell reports”. Le cellule staminali neurali sono fondamentali per il mantenimento delle funzioni cerebrali, e un loro difetto di numero e/o di funzione è oggi considerato tra le cause del declino cognitivo nell’anziano. “Lo studio, condotto dai gruppi di ricerca di Giovambattista Pani e Claudio Grassi, in collaborazione con ricercatori dell’Istituto di fisica, mostra – come si legge in una nota – che un eccesso di glucosio compromette la funzione di tali cellule, riducendo la loro capacità di moltiplicarsi”. La ricerca svela “uno dei motivi per cui una dieta scorretta e troppo ricca di zuccheri deteriora le performance cognitive”. “Le nostre ricerche – sostiene Grassi – si iscrivono in un impegno globale della nostra Facoltà di chirurgia e medicina sulla prevenzione e cura delle malattie connesse alla nutrizione, tema che è stato oggetto della Giornata per la Ricerca 2015 e che sarà riproposto all’attenzione dell’opinione pubblica nella primavera 2016”.

© Riproduzione Riservata
Italia