Quotidiano

Quotidiano - Italiano

This content is available in English

Romania: nuovo nunzio mons. Miguel Maury Buendìa incontra patriarca Chiesa ortodossa

Da sinistra: mons. Mihai Fratila (vescovo greco-cattolico di Bucarest), mons. Ioan Robu (arcivescovo metropolita di Bucarest), mons. Miguel Maury Buendìa (nuovo nunzio in Romania) e mons. Petru Gherghel (vescovo di Iasi)

Il nuovo Nunzio apostolico in Romania, mons. Miguel Maury Buendìa, ha iniziato la sua missione nel Paese est-europeo. Nominato da Papa Francesco il 5 dicembre scorso, il nunzio è arrivato nella capitale romena in questi giorni. All’aeroporto è stato accolto il 10 gennaio da mons. Ioan Robu, arcivescovo metropolita di Bucarest e presidente della Conferenza episcopale romena, e da mons. Mihai Fratila, vescovo greco-cattolico di Bucarest. L’11 gennaio, mons. Maury Buendìa ha presentato le copie delle credenziali al ministro romeno degli esteri Lazar Comanescu, e venerdì 15 gennaio, ha incontrato a Blaj il card. Lucian Muresan, arcivescovo maggiore della Chiesa greco-cattolica romena. Domenica, 17 gennaio, il nuovo nunzio è stato presentato ufficialmente nella cattedrale di San Giuseppe, a Bucarest. “La nostra Chiesa è minoritaria in Romania, ma ha vissuto sempre in comunione con la Santa Sede e il Santo Padre, trovando in questa comunione la forza della sua identità e della sua soppravivenza. La vostra presenza qui, quale inviato del Papa, è per noi una benedizione e una gioia”, ha detto mons. Robu, accogliendo il nuovo nunzio. Nella mattina del 18 gennaio, mons. Maury Buendìa ha incontrato anche il patriarca Daniel, della Chiesa ortodossa romena, con il quale ha parlato della relazione tra le due Chiese e anche della questione patrimoniale tra la Chiesa greco-cattolica e la Chiesa ortodossa romena. Madrileno, 60 anni, il nuovo nunzio è nel servizio diplomatico della Santa Sede dal 1987.

© Riproduzione Riservata
Europa