Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Diocesi: Spoleto, messa per le persone transitate nell’Hospice

Ieri, nel Santuario della Madonna di Loreto a Spoleto, l’arcivescovo Renato Boccardo ha presieduto la messa nel ricordo “affettuoso di tanti fratelli e sorelle che nel corso del 2015 sono transitati dall’Hospice ‘La torre sul colle’ di Spoleto alla Casa di Dio”. Con il presule – informa la diocesi di Spoleto-Norcia – hanno concelebrato: monsignor Gualtiero Sigismondi vescovo di Foligno (molte persone ricoverate all’Hospice, infatti, provengono dal territorio della Chiesa diocesana a lui affidata); don Edoardo Rossi parroco dei Santi Pietro e Paolo in Spoleto; don Fabrizio Maniezzo parroco di Castel Ritaldi. Presente buona parte del personale medico e infermieristico dell’Hospice, così come i preziosi e numerosi volontari dell’Aglaia (Associazione per l’assistenza palliativa), il sindaco Fabrizio Cardarelli e molti familiari delle persone ricoverate nella struttura di cure palliative lo scorso anno. “La nostra vita – ha detto mons. Boccardo nell’omelia riferendosi al brano del Vangelo – è simile a quella festa. La sofferenza o la perdita di persone care, ad esempio, possono rovinarla. Ma Gesù è in grado di trasformare tutto e permette a ciascuno di noi di guardarsi dentro e mettere ordine alla vita, facendo a lui spazio, nella certezza che interviene quando gli diciamo: ho bisogno di te!”. “Festa o banchetto – ha proseguito il presule – ci fanno anche pensare alla vita che ci attende nell’Aldilà. Tutte le persone a voi care che nel 2015 sono transitate dall’Hospice alla Casa del Padre stanno condividendo il banchetto preparato loro da Dio, servite e accolte da Gesù stesso”. Al termine della celebrazione mons. Boccardo e mons. Sigismondi sono andati in visita alle persone ricoverate all’Hospice accompagnati dal medico responsabile Maria Stefania Gallina, dalla caposala Luigia Ciucarilli e dai volontari dell’Aglaia.

© Riproduzione Riservata
Territori