Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Diocesi: Terni, incontri di riflessione e preghiere ecumeniche per Settimana unità cristiani

L’Ufficio per l’ecumenismo e il dialogo della diocesi di Terni-Narni-Amelia insieme alla parrocchia ortodossa di Sant’Alò e Santa Parascheva e la Chiesa valdese e metodista, ha organizzato alcuni incontri di riflessione e preghiera ecumenica in occasione della “Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani” che si celebra dal 18 al 25 gennaio. La settimana sarà aperta da una tavola rotonda lunedì 18 gennaio alle ore 17.30 al cenacolo San Marco di Terni sul tema: “Siate misericordiosi, come è misericordioso il Padre vostro. Quale significato dell’indulgenza oggi?” alla quale interverranno Pawel Gajewski, don Vincenzo Greco e padre Vasile Andreica. Modera Arnaldo Casali. Quattro incontri saranno dedicati alla preghiera ecumenica, mercoledì 20 gennaio alle ore 17.30 nella cattedrale di Terni con il vescovo Giuseppe Piemontese, il pastore Pawel Gajewski e padre Vasile Andreica; giovedì 21 gennaio alle ore 17 la recita del vespro ortodosso presso la chiesa di S.Alò con la partecipazione del vescovo Piemontese; venerdì 22 gennaio alle ore 17.30 la preghiera ecumenica nella chiesa di San Francesco di Amelia animata da don Vincenzo Greco, il pastore Pawel Gajewski e padre Vasile Andreica, e infine sabato 23 gennaio alle ore 18 nel santuario diocesano della Madonna del Ponte di Narni scalo animata da don Greco, il pastore Gajewski e padre Andreica. Il tema della settimana di preghiera “Chiamati per annunziare a tutti le opere meravigliose di Dio” è “un appello a mostrare e indicare con la testimonianza della nostra vita le grandi opere di Dio nella storia – spiega don Enzo Greco, direttore dell’ufficio diocesano per l’ecumenismo e dialogo -, ed è stato elaborato dalle varie Chiese cristiane della Lettonia. Il battesimo e l’annuncio costituiscono un percorso comune a tutti i battezzati. I cristiani dovrebbero avere la consapevolezza che l’incontro con gli altri, anche se appartengono ad un’altra confessione religiosa, può trasformarci e aiutarci a divenire veri testimoni del Vangelo. Facciamo in modo che questa Settimana di preghiera non sia un incontro mancato, ma diventi l’occasione per un rinnovato slancio verso la reciproca accoglienza e l’unità tra tutti i cristiani”.

© Riproduzione Riservata
Chiesa