Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Sant’Egidio: visita di Mogherini (Ue). “Stesso spirito della diplomazia europea: dialogo per trovare soluzioni ai conflitti”

“Lo spirito con cui Sant’Egidio lavora nel mondo è esattamente lo spirito della diplomazia europea: parlare con tutti, cercare di trovare le soluzioni ai conflitti aperti, facilitare le mediazioni e aprire tutti i canali possibili. Per questo Sant’Egidio è uno strumento fondamentale degli europei”. Federica Mogherini, Alto rappresentante dell’Unione europea per gli Affari esteri e la politica di sicurezza, ha incontrato oggi, nella sede di Trastevere a Roma, Andrea Riccardi, Marco Impagliazzo insieme ad alcuni responsabili della Comunità di Sant’Egidio. Diversi i temi affrontati nel corso dei colloqui: l’apertura dei corridoi umanitari da Libano e Marocco, che consentiranno a mille rifugiati di raggiungere l’Italia con viaggi sicuri, e il lavoro per la pace svolto da Sant’Egidio in diverse parti del mondo: dall’Africa al Medio Oriente, con particolare attenzione alla guerra in Siria e alla difficile situazione della Libia. Federica Mogherini ha osservato al termine dell’incontro: “Pensando a quanto di difficile, faticoso e doloroso c’è nel mondo è stupido creare o alimentare divisioni al nostro interno. Gli europei hanno bisogno di essere uniti in questo momento per affrontare i conflitti, le guerre, i drammi dei rifugiati e il terrorismo. C’è tanto che possiamo fare soltanto se restiamo uniti”.

Per Federica Mogherini occorre lavorare “per mantenere l’unità che faticosamente i nostri padri hanno costruito in periodi non più facili di questo, realizzando una unione che dall’esterno, nel resto del mondo, ci viene invidiata e che a volte noi europei sottovalutiamo”. Commentando i temi emersi nei colloqui con Federica Mogherini, Andrea Riccardi ha detto: “La parola dialogo è necessaria come l’aria in questo mondo che soffoca”. Per il fondatore della Comunità di Sant’Egidio, “siamo in un momento difficile, in cui sembra lecito essere pessimisti. La nostra filosofia è che bisogna trovare attraverso il dialogo quella strada che può condurre all’incontro, che può sottrarre spazi alla violenza, alla guerra e reintrodurre la politica”.

© Riproduzione Riservata
Europa