Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Austria: cinque milioni di cattolici, lieve calo rispetto al 2014. Oltre 56mila abiure

La Conferenza episcopale austriaca (Öbk), sulla base dei dati statistici raccolti dalle varie diocesi, ha pubblicato i numeri relativi ai cattolici in Austria per il 2015. I fedeli austriaci sono rimasti sostanzialmente stabili: al 31 dicembre si contano 5,21 milioni di cattolici (su circa 8 milioni e mezzo di abitanti), rispetto ai 5,27 milioni del 2014, con un calo dell’1,02 per cento. Il numero delle abiure è leggermente aumentato nel 2015 rispetto allo scorso anno, le diocesi segnalano sviluppi diversi. In alcune diocesi si è verificata una leggera flessione, in altre un lieve aumento con ingressi di nuovi fedeli e battesimi di adulti, mentre in alcune diocesi i dati sono stabili: in totale le rinunce all’appartenenza alla Chiesa cattolica (abiure) sono 56.365, 1.332 in più rispetto all’anno precedente, seguendo un andamento costante di circa il 2-3% dopo il disastroso dato delle 85.960 abiure del 2010, anno della deflagrazione dello scandalo degli abusi sessuali nella Chiesa. Si contano fra l’altro 579 rientri post-abiura nella chiesa cattolica e circa 300 battezzati adulti. I dati complessivi non sono letti in modo negativo, nonostante la diminuzione dei fedeli iscritti alla Chiesa cattolica: infatti bisogna tenere conto – spiegano fonti austriache – dell’aumento dei decessi a livello nazionale e della diminuzione delle nascite e quindi dei battesimi.

© Riproduzione Riservata
Europa