Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Inghilterra: vescovi, “Francia e Regno Unito trovino una soluzione per i rifugiati a Calais”

I vescovi inglesi in partnership con i vescovi francesi sollecitano i “parlamentari” dei loro rispettivi Paesi a “trovare una soluzione alla situazione dei rifugiati a Calais”. Lo fa sapere monsignor Patrick Lynch, vescovo ausiliare di Southwark e presidente dell’Ufficio migrazioni della Conferenza episcopale inglese in un messaggio scritto per la Giornata mondiale dei migranti e dei rifugiati”. Il vescovo invita a “riconoscere la dignità dei migranti e dei rifugiati, riconoscendo la loro sofferenza, affermando i loro diritti e lavorando (con i governi e altre agenzie) e affrontare le cause che hanno condotto ad incrementare il numero di migranti e rifugiati”.  “La nostra priorità come Ufficio  migrazione è quello di continuare a lavorare con il governo britannico per accogliere e inserire i 20.000 profughi dalla Siria nei prossimi anni. Incontrerò a breve con questo scopo il sottosegretario di Stato per i rifugiati siriani per discutere lo stato di avanzamento dei lavori e per vedere ciò che deve ancora essere fatto”. Al centro dell’azione deve essere appunto quello di trovare il prima possibile e in maniera congiunta con la Francia una soluzione alla situazione dei rifugiati a Calais. “Continueremo infine a incoraggiare i governi – ha detto Lynch – a rinnovare i loro sforzi per costruire la pace in Medio Oriente, Nord Africa e in altre parti del mondo, una pace dove la dignità di ogni essere umano – non importa quale sia la loro fede – sia difesa e promossa”. “Infine, come dice lo stesso Papa Francesco, dobbiamo fare tutto il possibile per informare l’opinione pubblica e evitare paure ingiustificate e speculazione dannosa per gli immigrati”.

© Riproduzione Riservata
Europa